Recensione Cioccolato amaro di Lesley Lokko

Recensione Cioccolato amaro di Lesley Lokko

Titolo: Cioccolato amaro
Autore: Lesley Lokko
Anno di pubblicazione: 2008
Pagine: 621
Giudizio: 4/5 

Trama

” Cioccolato amaro di Lesley Lokko ” incrocia le vite di tre ragazze, Laure, Améline e Melanie.
Laure è inevitabilmente vittima del destino di sua mamma, infatti dopo essere rimasta incinta a soli diciassette anni, rifiutata dalla nonna Madame, è costretta a trasferirsi a Chicago, abbandonando la sua vita e Améline, che lei considerava come una sorella.
Le sue speranze di un futuro migliore in questa nuova città svaniscono rapidamente e spaesata e senza un soldo commette un errore che mai riuscirà a perdonarsi.
Nel futuro di Laure ci sarà posto anche per un matrimonio al fianco di un rampollo dell’alta società che le ridarà speranza nella vita, abbassando la guardia di fronte al destino.
La lontananza da Laure segna un punto importante anche nella vita di Améline la quale decide di abbandonare la casa di Madame cercando un lavoro che le permetta di costruirsi un futuro. La sua svolta coincide con l’incontro con l’uomo che la porterà con lui a Londra, cambiandole così completamente la vita.
Londra è anche la casa dell’ultima nostra protagonista Melanie, figlia di genitori ricchi e separati, che non riesce a costruirsi una sua identità perché troppo facilmente emarginata per la sua apparenza.

Recensione Cioccolato amaro di Lesley Lokko

Lo stile narrativo di Lesley Lokko emerge anche in questo libro; si contrappongono tre figure principali per tutto il romanzo: Laure, nipote incompresa costretta a sopravvivere con le sue forze in una realtà diversa dalla sua, Améline, reste-avec di Laure che non ha mai saputo cosa volesse dire costruirsi una propria vita e Melanie, figlia di un famoso cantate privata di una sua identità.
Lesley Lokko con abilità fa immergere il lettore nei personaggi, nelle loro disavventure e nei loro pensieri e nelle loro paure.
La narrazione è ben costruita, ricca di particolari e colpi di scena; nonostante le 600 pagine il libro non risulta mai noioso.
Lo consiglio alle lettrici alla ricerca di un romanzo capace di far riflettere sulle scelte della vita delle protagoniste che trovano delle similitudine in quelle di molte di noi.

My favorite quote

Rimase fermo per un istante, le dita che sfioravano la maniglia. Era innamorato. All’improvviso, ne fu sicuro.

Quale personaggio hai amato di più?

Written By
More from Jolie idée

Recensione Entra nella mia vita Clara Sánchez

Titolo: Entra nella mia vita Autore: Clara Sánchez Anno di pubblicazione: 2013...
Read More