Un sabato a Volandia – Il Parco Museo del Volo

Mai mi sarei immaginata di riuscire a pilotare un aereo e di essere una frana con l’elicottero….
Ma torniamo un attimo indietro… è stato davvero bellissimo andare a Volandia e oggi nel mio nuovo articolo voglio raccontarvi tutta la mia giornata!

Volandia si trova proprio accanto a Malpensa, super comodo per arrivarci, l’ingresso non l’ho pagato perché un mese fa ho fatto la tessera per i musei della Lombardia, i costi però si aggirano a 11€ per gli adulti e 5€ per i bambini dai 5 ai 11 anni (tutte le info le trovate nella box alla fine dell’articolo).

Vi voglio solo anticipare il perché mi è piaciuto Volandia: perché alterna momenti più seri e di scoperta con ambientazioni e giochi da provare.

L’ingresso è già super carino perché sembra di salire su un aereo e la prima parte è dedicata ai modellini dei treni, delle navi e una rappresentazione animata della città ideale.
Questa prima sala è molto grande e ci si perde a guardare tutti i dettagli in miniatura, fatti davvero molto bene, addirittura paragonati a foto reali e le differenze non si riescono a trovare.

Da qui ci si può spostare un po’ dove si vuole, seguendo il percorso o facendo come abbiamo fatto noi, siamo andati dove ci ispirava in quel momento.
Ci siamo addentrati nell’ala dedicata allo spazio, partendo da Galileo e l’invenzione del cannocchiale fino ad arrivare a tutto quello che conosciamo oggi tra tecnologie all’avanguardia, satelliti e la storia dal primo viaggio sulla luna.
La parte che mi è piaciuta di più è stata la visione del filmato che riassume un po’ tutto questo, si entra in una stanza buia con sedute a sdraio e uno schermo rotondo a volta, proprio come se stessimo guardando il cielo notturno.

Usciti da questa ala siamo andati in giro per il posto, perché non so se lo sapete ma qui c’erano le Officine Aeronautiche Caproni, quindi ogni angolo ed edificio racconta un po’ di storia, come per esempio la Cappella.

Prima di addentrarci nella vera e propria Volandia siamo entrati nella parte dove sono custodite le auto storiche Bertoni e ammetto che nonostante il mio iniziale disinteresse una volta uscita mi sono dovuta ricredere, ho scoperto tantissimi design, modelli e marchi che hanno collaborato con lui e vi scrivo solo una cosa: secondo me anche nel 2018 alcune auto piacerebbero tantissimo!

Prima della pausa pranzo siamo entrati nella Ala Fissa e la bellezza dei veicoli è incredibile, alcuni sono stati anche ambientati in un contesto reale e fare qualche foto è d’obbligo.
Qui abbiamo scoperto che uno dei veivoli, il DC-3, si può visitare con una guida, quindi ci siamo presi appuntamento per le 14.

Un sabato a Volandia - Il Parco Museo del Volo jolieidee

 

Un panino e un thé freddo per poi stare all’aria aperta e curiosare le vecchie locomotive, tram e mezzi su rotaia che hanno portato qui qualche anno fa, di proprietà della famiglia Ogliari.
C’è persino un convoglio tutto decorato su cui ha viaggiato Papa Pio IX, con tutti i suoi ornamenti e la seduta per il viaggio.
Un viaggio nel tempo a tratti anche malinconico, davvero un peccato che stiano pian piano cadendo a pezzi, purtroppo non sono stati trovati ancora i fondi per il restauro ma almeno sono stati salvati dalla demolizione.
Qui abbiamo scattato tante foto bellissime e ci siamo divertiti molto anche con qualche bimbo che voleva giocare.

Siamo tornati verso il DC-3 e con 2€ a testa abbiamo avuto il piacere di avere una guida espertissima che ci ha raccontato la storia di questo aereo, nato per il viaggio di passeggeri attraverso l’America e trasformato come cargo per diversi anni in Africa, arrivato qui qualche anno fa e risistemato.
Hanno persino smontato il suo motore che era in ottime condizioni e rimontato in un altro DC-3 che ora viaggia in Svizzera per piccole tratte…. woow!
Siamo entrati e abbiamo provato a sederci al posto dei piloti, una sensazione strana, con tutti quei pulsanti non saprei cosa fare…. tour consigliatissimo!
A fianco dell’aereo c’è un’auto storica, abbiamo chiesto cosa ci facesse lì e abbiamo scoperto una storia davvero bella….il vecchio proprietario aveva murato la sua adorata automobile per salvarla dalla guerra e un po’ di tempo fa l’hanno ritrovata durante la ristrutturazione della casa…

Usciti senza pensarci due volte siamo andati verso i veri aerei e siamo saliti su tutti quelli “parcheggiati” nel grande campo, sabato c’è anche stato l’inaugurazione di un cargo appena ristrutturato. Siamo saliti anche sull’aereo che ha trasportato Papa Giovanni Paolo II.
Qui all’aperto c’erano anche dei ragazzi che su una pista sterrata facevano una gara con le macchine telecomandate…

Un sabato a Volandia - Il Parco Museo del Volo jolieidee

Il tour di Volandia è solo a metà, ci siamo diretti all’ala mobile dove ci sono esposti gli elicotteri e i loro differenti utilizzi come anche salvataggio e trasporto di feriti verso l’ospedale più vicino. All’uscita c’è un ibrido tra elicottero e aereo, direi la perfezione!

Arrivati invece a questo punto volevamo andare nell’ultima parte dove ci sono i droni ma siamo rimasti un po’ delusi perché non è funzionante.
Ci siamo però consolanti andando a prenotare le simulazioni di volo, basta prendere le targhettine con l’orario desiderato e aspettare qualche minuto.

La prima simulazione è stata per me quella dell’elicottero, invece il mio ragazzo è andato sull’aereo.
Il pilota è stato molto bravo a spiegarmi come funzionavano i diversi dispositivi e i comandi…
1, 2, 3partenza… il decollo è stato una passeggiata la parte difficile è arrivata dopo, quando trovi la stabilità sembra tutto ok ma basta spostare di un millimetro il comando e boom… in un secondo ci si ritrova a testa in giù, o quasi, il pilota mi ha salvata ben 2 volte… l’atterraggio invece è stato più semplice anche se ho avuto un grande aiuto… senza neanche accorgemene era passata mezz’ora.

10 minuti dopo ero già sul simulatore aereo e qui tutta un’altra storia, molto più semplice, l’aereo è già stabile e in più volendo ha i comandi automatici… beh…

Pazzesca l’idea di come possa essere così diverso, i ragazzi mi hanno anche detto che durante la settimana si divertono a volare fino a New York perché anche se non l’ho ancora sottolineato, sono simulazioni vere con paesaggi e aeroporti reali.

Vi consiglio di andarci anche per provare questi simulatori, non hanno un costo aggiuntivo al biglietto e anche nel weekend non ci sono grandi file per aspettare il proprio turno.

Ho preso un piccolo souvenir prima di uscire, un portachiavi da appendere alla bacheca in cucina, non potevo resistere!

Guardate tutte le mie foto nella gallery! PS. A Volandia hanno anche girato lo spot della Wind (non so se lo ricordate, quello nella navicella spaziale) e uno dei video musicali di Rovazzi!

…usciti intorno alle 17 siamo andati a fare un giro a Varese, ma questa è tutta un’altra storia!

Orari di apertura
DA MARTEDÌ A VENERDÌ: 10.00 – 19.00
Chiusura biglietteria alle 18.30
Chiusura negozio alle 19.00

SABATO E DOMENICA: 10.00 – 19.30
Chiusura biglietteria alle 19.00
Chiusura negozio alle 19.30

Biglietto
BIGLIETTO INTERO ADULTI: € 11
BIGLIETTO RIDOTTO* ADULTI: € 8
* (Soci Fondatori, Militari in servizio e Forze dell’Ordine, over 65, dipendenti Compagnie Aeree con ID, enti e azienda convenzionate).

BIGLIETTO BAMBINI* (3-11 ANNI): € 5
BIGLIETTO BAMBINI* (FINO A 2 ANNI): GRATUITO
* (Oltre 1000 mq di aree coperte e parco giochi esterno. L’accesso all’area simulatori è consentito a partire dai 12 anni).

PERSONE DIVERSAMENTE ABILI NON AUTOSUFFICIENTI*: INGRESSO GRATUITO
*(Per l’accompagnatore è prevista la tariffa ridotta. L’intera area è accessibile)

Sono disponibili numerosi parcheggi riservati di fronte all’ingresso.

DISPONIBILI ABBONAMENTI FAMIGLIA ANNUALI:
Info in biglietteria ed al Volandia Store.

PARCHEGGIO GRATUITO

VISITE GUIDATE SU PRENOTAZIONE:
€ 2 a persona (minimo 10 persone o 20 euro). A cura dell’Associazione Amici di Volandia.

Fatemi sapere nei commenti se anche voi siete stati a Volandia o se ci andrete prestissimo dopo il mio articolo!

Tags from the story
,
Written By
More from Jolie idée

Cover tosave.com – Per iPhone 7 e non solo

Il post di oggi è dedicato alle mie tre nuove cover tosave.com....
Read More